PD: LETTA SEMPRE PIU VICINO ALLA SEGRETERIA

Anche se ha chiesto 48 ore per rifletterci, Enrico Letta è sempre più vicino alla segreteria del PD. E nel partito già si discute sulla successione a Zingaretti da parte del nipote di Gianni Letta. In particolare l’ala filorenziana del partito mal vede il ritorno dell’ex presidente del Consiglio. Così Andrea Marcucci parla già di un congresso da fare subito dopo le amministrative del prossimo autunno.

Ma la maggioranza vicina a Zingaretti non ci sta: “Marcucci, come altri che hanno speso più tempo a fare polemiche che a dare un mano al partito, non è in una posizione che gli consente di porre condizioni al nome di Enrico Letta. Non hanno capito che la ricreazione è finita”.

Quello che preoccupa e che induce Enrico Letta a riflettere è la situazione interna la partito.  La maggioranza degli organi statutari non corrisponde, infatti, alla maggioranza nei gruppi parlamentari che, ad oggi, sono quelli formati sulla base delle liste elettorali scritte da Matteo Renzi prima della sconfitta alle politiche del 2018. Da lì sono partiti gli attacchi alla segreteria che hanno portato alle dimissioni di Nicola Zingaretti. Da lì, è il timore della maggioranza, potrebbero partire nuovi attacchi a una eventuale segreteria Letta ma, più in generale, a qualsiasi segreteria espressione di questa maggioranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *