Finchè c’è guerra c’è speranza: economia USA in forte crescita nel 2022

La guerra in Ucraina fa male agli ucraini, ai russi, all’Europa. Ma pare faccia molto bene all’economia statunitense che, nonostante il conflitto le tensioni sui mercati cresce oltre ogni previsione.

Nell’ultimo trimestre dell’anno appena trascorso il pil è aumentato del 2,9%, oltre le più ottimistiche previsioni. E anche i livelli occupazionali sono in risalita dopo le tensioni che hanno interessato, peò, prevalentemente i gruppi dl digitale che dopo il boom del periodo pandemico hanno visto ridimensionata la loro crescita.

Sulla crescita del pil hanno influito gli aumenti di spesa del governo federale (+6%), e i beni durevoli aumentati del 5,6%. I consumi delle famigli, invece, sono cresciuti, ma solo del 2%.

Nonostante questi dati gli economisti si mantengono prudenti. Soprattutto ritengono che l’aumento dei tassi possa impattare sull’intero sistema produttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *