Colpo grosso dello Stato: preso Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro, il superlatitante di Cosa Nostra ricercato da oltre trent’anni è stato catturato.

Messina Denaro è stato arrestato all’interno di una struttura sanitaria a Palermo dove si era recato per sottoporsi a terapie cliniche. La struttura in questione, secondo quanto si apprende, sarebbe la clinica Maddalena di Palermo. 

Ad arrestarlo i carabinieri del Ros che 30 anni fa con un blitz riuscirono anche ad arrestare il capo dei capi, Totò Riina. A coordinare le indagini il procuratore della Repubblica di Palermo, Maurizio De Lucia e l’aggiunto Paolo Guido. 

Dopo il blitz nella clinica,  l’ormai ex superlatitante è stato trasferito prima nella caserma San Lorenzo, poi all’aeroporto di Boccadifalco per essere portato in una struttura carceraria di massima sicurezza. La stessa cosa accadde al boss Totò Riina, arrestato il 15 gennaio di 30 anni fa. 

Insieme a Matteo Messina è stato arrestato anche Giovanni Luppino, di Campobello di Mazara (Tp), accusato di favoreggiamento. Avrebbe accompagnato il boss alla clinica per le terapie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *