Bonus e Reddito, le novità nella manovra

L’Aula di Montecitorio (foto di repertorio)

La commissione Bilancio della Camera, al termine di sette giorni di discussione sugli emendamenti alla legge di bilancio e una nottata di votazioni, ha dato il suo via libera al mandato ai relatori Roberto Pella (Fi), Paolo Trancassini (Fdi) e Silvana Comaroli (Lega). Il testo licenziato approderà in aula a Montecitorio oggi, mentre il voto di fiducia è previsto per venerdì in mattinata.

Varie le novità introdotte. Tra le altre Pos, Reddito di Cittadinanza, Superbonus edilizio.

E’ stata cancellata dalla manovra economica la norma che eliminava le multe per gli esercenti che rifiutavano di utilizzare il Pos sotto i 60 euro. Lo prevede un emendamento del governo, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Resta in vigore, invece, il comma dell’articolo relativo all’aumento della soglia del contante da mille a cinquemila euro.

Per il Reddito di Cittadinanza è previsto che se ne perderà il diritto se verrà rifiutata la prima offerta di lavoro anche se nn “congrua” con l’esperienza lavorativa.

Prevista la rinegoziabilità dei mutui con passaggio da quelli a tasso variabile a quelli a tasso fisso.

Resta il bonus per i 18enni da utilizzare per acquisto libri e attività culturali.

Prorogato al 31 dicembre per il 110%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *