La Sberbank, maggiore banca russa, lascia l’Europa

La banca russa Sberbank, sanzionata da Ue e Usa per l’invasione dell’Ucraina da parte delle truppe del Cremlino, ha deciso di lasciare il mercato europeo: lo riporta l’agenzia Interfax citando un comunicato di Sberbank.

L’istituto è l’unico russo, assieme a Gazprombank, la banca del colosso del gas Gazprom, ad essere stato escluso dalla black list delle banche russe per il sistema swift dei pagamenti internazionali,

Prezzo del petrolio ancora in aumento sui mercati delle materie prime: il greggio con consegna ad aprile passa di mano a 109,87 dollari dopo aver toccato anche i 110 dollari con un aumento del 6,25%.

Il Brent con consegna a maggio è scambiato a 111,39 dollari con un aumento del 6,12%.

Intanto il rublo resta debole.

La moneta russa, che prima della guerra in Ucraina trattava a 75 sul dollaro, viene scambiata a 107, sopra soglia 100. Si tratta di un lieve recupero rispetto al cambio di ieri sera quando ci volevano 112 rubli per un biglietto verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *