A Ovs i negozi italiani di Gap

Ovs rileverà gli 11 store di Gap in Italia. Lo prevede un accordo siglato tra le due aziende. La vendita avverrà a febbraio 2022. Il negozio Gap di Milano, tuttavia, cesserà l’attività a novembre 2022, alla scadenza del contratto di affitto. Gap ha deciso di chiudere tutti i suoi negozzi in tutto il mondo. Il 20 ottobre scorso, Gap ha annunciato la revisione strategica del business in Europa. Il trasferimento a Ovs degli 11 negozi presenti in Italia consentirà a Gap di mantenere una presenza sul mercato attraverso un modello di partnership più efficiente e di trarre vantaggio dall’esperienza di Ovs. 

La partnership tra le due aziende era iniziata nel 2020 con un accordo di franchising che prevedeva l’inserimento del brand GapKids nei negozi Ovs e la vendita delle collezioni Gap uomo, donna, bambino nell’e-commerce Ovs. Ora il brand italiano acquisirà anche i negozi Gap stand alone presenti in Italia.

“Gap è un brand iconico amato e riconosciuto da tutti gli italiani che visitano gli Usa”, ha commentato Stefano Beraldo, Ceo Ovs. “Nello sviluppo del nostro modello di business, riteniamo che questo accordo contribuisca a creare valore per il nostro gruppo e rappresenti un ulteriore passo nell’evoluzione della strategia di Ovs che diventa sempre più una piattaforma aperta a collaborazioni con altri brand, coerenti con il suo posizionamento e i suoi valori. Utilizzeremo la nostra grande esperienza nel retail e la nostra creatività per accrescere lo sviluppo di Gap nel nostro paese, sia sui canali fisici che digitali”.

“Siamo presenti in Italia dal 2010 – ha affermato Mark Breitbard, presidente e Ceo di Gap Global – e intendiamo sviluppare ulteriormente la nostra collaborazione con OVS, un partner di valore che ha dimostrato di avere grandissime capacità nel saper proporre ai clienti italiani il marchio Gap attraverso un’eccellente esperienza multicanale. La decisione di cedere il nostro business in Italia rappresenta un esempio di come stiamo operando per espandere ulteriormente il nostro brand sui mercati internazionali, attraverso rapporti di partnership”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *