Euronewpack e Molino Rossetto danno vita alla filiera km sottozero

Lungo l’asse Thiene – Codevigo , tra Vicentino e Padovano) prende vita la filiera a km sottozero che è stata inaugurata sabato 16 ottobre presso l’azienda del food Molino Rossetto (a Codevigo) nel cui headquarter è stata aperta una nuova realtà produttiva denominata ENP Saccisica da parte del fornitore del packaging in carta e cartone Euronewpack Group (di Thiene).

La partnership tra Molino Rossetto, che ha accolto la nuova azienda proprio all’interno della propria sede, ed Euronewpack apre quindi una nuova prospettiva della supply chain corta in cui fornitore e cliente lavorano nello stesso spazio fisico.

“ENP Saccisica è nata in piena pandemia, ad agosto 2020, con l’idea di accorciare ancora di più la filiera con un partner importante come Molino Rossetto – spiega Daniela Pendin, presidente di Euronewpack Group -. Questo ci permette di azzerare le distanze e quindi di abbattere i costi e le difficoltà dovuti alla logistica e al trasporto, ridurre drasticamente gli sprechi e la produzione di CO2.

Divenuta produttiva a marzo 2021, quando ancora il Veneto era in zona rossa (causa dello spostamento dell’inaugurazione a ottobre), questa ‘ultra-vicinanza’ è divenuta sempre più una risposta efficace alle difficoltà dovute alla crisi delle materie prime e alle complicazioni logistiche nel trasporto intercontinentale; oltre a rappresentare una soluzione in situazioni di necessità come possono essere nuovi lockdown.

Siamo orgogliosi di questa nuova collaborazione – commenta Chiara Rossetto, amministratore delegato, insieme al fratello Paolo, di Molino Rossetto – perché riteniamo che creare una rete di partner affidabili sul territorio e accorciare la catena di produzione possa rappresentare un plus non solo per la fluidità del nostro processo produttivo ma anche per il cliente finale. La filiera corta è più sostenibile e riduce i costi ambientali della logistica.

Da marzo 2021, ENP Saccisica, ha sviluppato un giro d’affari di 1,5 milioni di euro con l’impiego di 15 persone assunte proprio in occasione dell’apertura del nuovo stabilimento. Dopo questo primo semestre, gli obiettivi sono diventati quelli, nel breve termine, di far partire già un secondo turno, e per la fine del 2022, arrivare a 2,5 milioni entro la fine del 2022.

“Abbiamo dato corpo all’espressione per cui in momenti di difficoltà, ci sono opportunità che si possono cogliere – continua Daniela Pendine quindi, nonostante in piena pandemia sia stato complicato far arrivare i macchinari e trovare il personale adatto alle nostre lavorazioni, possiamo dire che ce l’abbiamo fatta. Ora, grazie anche a Molino Rossetto, siamo inseriti a tutto tondo in questo territorio e abbiamo la possibilità di essere più vicini e quindi più efficienti ed affidabili per molti clienti, di lunga data e anche nuovi.”

“Attraverso questa partnership –aggiunge Chiara Rossetto -, andiamo dunque nella direzione di una creazione di un polo del food nel nostro territorio, affiancando alla nostra filiera verticale, che va dalla coltivazione dei cereali al prodotto finito, filiere orizzontali con i nostri fornitori come quella con EuronewpackUn’ottima opportunità per creare valore nel territorio e per il territorio dove operiamo.” 

Oltre ai vertici delle due aziende, all’inaugurazione hanno partecipato in rappresentanza di Assindustria Venetocentro, Fabio Voltazza, referente della Delegazione Piovese, e Luigi Rossi Luciani, past president di Confindustria Veneto e Unindustria Padova; e, in rappresentanza di Confindustria Vicenza, il Tesoriere Remo Pedon e il Presidente del Raggruppamento Alto Vicentino Pietro Sottoriva.

Saranno presenti anche il sindaco di Codevigo Francesco Vessio e la Vicesindaco di Thiene Maria Gabriella Strinati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *