Al mare o in città i trend wellness dell’estate da RiminiWellness

Quali sono i trend wellness per l’estate 2021? IEG –  Italian Exhibition Group li ha individuati analizzando le diverse proposte anche in vista della 15esima edizione di RiminiWellness in programma dal 24 al 26 settembre 2021 alla Fiera di Rimini e sulla Riviera romagnola. 

E le novità non mancano tra le molte attività da praticare al mare, in spiaggia o in acqua, ma anche in città utilizzando persino gli spazi dei centri commerclali.

Si parte dal Power Walking, ideale per mantenere in salute il sistema cardiocircolatorio. Può essere svolto sulla sabbia, il Sand Power Walking, o aumentando il peso da portare, il Wokking che prevede l’utilizzo di piccoli pesi su caviglie e polsi. Che si pratichi al mare o in montagna, va eseguito con energia, falcate e una postura corretta. 

Poi il Woga (ovvero water e yoga). Da sempre lo Yoga è una delle discipline più seguite, con un apice importante durante gli ultimi lockdown. Ora si unisce alle altre pratiche sportive in acqua. L’assenza di gravità all’interno dell’acqua consente un’esperienza mistica con il ritorno alla vita fetale. Addolcisce i movimenti, scioglie la muscolatura, regolarizza la respirazione e placa l’ansia. 

E ancora, lo Stand Up Paddle, uno sport sempre più diffuso sulle spiagge di tutto il mondo, alternativa all’iconico surf, ha la tavola più ampia e grande per supportare il peso, affiancata da una pagaia ad hoc da usare per spostarsi e ricreare la propulsione. Può essere praticato come semplice attività alla scoperta di luoghi nascosti, o come sport impegnativo. 

Infine, il Mall Walking, l’attività ideale per chi rimane in città: ovvero correre o camminare veloci nei centri commerciali. Scalinate, corsie, gallerie, dislivelli: tutti ottimi percorsi per la tendenza del Fitness che negli States è già diventata a tutti gli effetti una vera e propria disciplina sportiva. 

RiminiWellness si rivolge a un settore che sul territorio nazionale impiega oltre 120mila addetti e conta 18 milioni di praticanti e appassionati (Fonte: ISTAT – CONI – Federazione Italiana Fitness). Secondo la ricerca di IFO – International Fitness Observatory, l’impatto delle chiusure causate dalla pandemia ha colpito il comparto causando mancati incassi tra l’80 e il 90% di 1 miliardo di euro nella proiezione annuale. Proprio per questo il settore attende la grande kermesse riminese per ritrovare il suo pubblico, trade e consumer, lanciare e testare nuovi prodotti, fissare un punto certo di ripartenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *