PAUSA CAFFE’? SEMPRE PIU’ IN CASA

Con la pandemia sono mutate anche le abitudini ella pausa caffè. E quel rito da compiere al bar come momento di assoluto relax e di interruzione tra una fase di lavoro e l’altra, ora si svolge sempre più in casa.

Così i limiti di accesso a bar e ristoranti, aumentano la media giornaliera di caffè consumati in casa (da 1,9 a 2,4). Inoltre cresce la ricerca di un caffè di qualità migliore e cambia la percezione del gesto, sempre più inteso come un momento di relax e convivialità domestica. E’ quanto emerge da una ricerca presentata da De’ Longhi e condotta da Nielsen su come sono cambiate le abitudini degli italiani nel corso dell’ultimo anno relativamente al consumo di caffè.

Oltre il 66% degli intervistati lavora da casa 2 giorni o più a settimana e il 45% almeno 4 giorni: per tutti il caffè rimane un elemento imprescindibile della quotidianità, come dimostra il fatto che il 78% degli italiani ne beve almeno uno al giorno, principalmente a colazione e a pranzo. I gusti rimangono gli stessi, con il 63% che continua a bere il classico espresso. Il 79% si dice d’accordo o molto d’accordo sull’eventualità di spendere un po’ di più per gustare un buon caffè anche a casa, per quasi il 40% l’home bar assume un ruolo nuovo all’interno dell’ambiente domestico, con più della metà di questi (oltre il 20%) che ha realizzato un angolo dedicato al caffè e la restante parte in procinto di farlo.

La ricerca di un caffè migliore ha portato circa il 14% degli intervistati ad acquistare una macchina per il caffè espresso durante il periodo della pandemia, mentre un altro 22% ha intenzione di acquistarne una. Nell’ultimo anno è diminuito l’uso della moka (dal 43% al 39%), in favore delle macchine per caffè espresso (dal 54% al 58%). I risultati sono confermati dall’andamento del mercato che, nel 2020, ha visto il comparto delle macchine per caffè espresso registrare un aumento delle vendite a valore pari al 12% rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *