ECCO IL DL ANTI COVID: ITALIA SEMPRE PIU ROSSA

Stavolta non uno dei Dpcm tanto cari a Giuseppe Conte. Mario Draghi per le nuove misure ati Cobvid ha deciso per il Decreto Legge (Dl) uno strumento più consono e che va convertito in legge tramite passaggio parlamentare.

Il provvedimento prevede nuove restrizioni allo scopo di ridurre la circolazione del virus che ha un fortissimo livello di contagiosità. Ecco cosa viene previsto.

ZONA ROSSA “AUTOMATICA” Da lunedì 15 marzo fino al 6 aprile le Regioni che avranno un numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100mila abitanti passeranno automaticamente in zona rossa.

STRETTA IN TUTTE LE REGIONI Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni i cui territori si collocano in zona gialla, si applicano le misure stabilite dai provvedimenti per la zona arancione.

PASQUA BLINDATA MA OK A VISITE IN REGIONE Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. Sarà comunque possibile spostarsi all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone.

RESTA IL COPRIFUOCO Il coprifuoco resterà invece invariato dalle 22 alle 5, mentre in zona arancione saranno concesse le visite in abitazioni private ad un massimo di due persone con under 14 al seguito, così come durante le festività pasquali. “Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021 – si legge -, nelle Regioni nelle quali si applicano le misure stabilite per la zona arancione, è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. Lo spostamento di cui al presente comma non è consentito nei territori nei quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa”.

E ancora: “Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni i cui territori si collocano in zona bianca, si applicano le misure stabilite dai provvedimenti di cui all’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020 per la zona rossa. Nei medesimi giorni è consentito, in ambito regionale, lo spostamento di cui al comma 4″. Si tratta, della possibilità “in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi”.

Multe salate per chi viola le regole, da 400 a 3000 euro, ma anche con la chiusura da 5 a 30 giorni dell’esercizio o dell’attività che non rispetta la stretta, restando aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *