BOOM DI RACCOLTA NEL 2020 PER BANCA MEDIOLANUM

Massimo Doris

Banca Mediolanum ha chiuso il 2020 con una raccolta netta totale è stata positiva per 7.717 milioni di euro, in crescita del 90%, mentre la raccolta netta gestita ha raggiunto 4.107 milioni, in aumento del 39% rispetto allo scorso anno. Lo rende noto il gruppo. I crediti erogati nel corso del periodo ammontano a 3.054 milioni di euro, il 15% in più rispetto all’anno precedente. L’utile netto è pari a 434,5 milioni, con il contributo positivo di tutte le linee di business, peraltro inferiore rispetto al 2019 (565,4 milioni) 
I premi assicurativi delle polizze protezione, inoltre, hanno registrato un aumento del 29%, raggiungendo 136,6 milioni di euro, con la nuova produzione delle polizze non legate al credito in crescita del 59% rispetto al 2019. Il numero dei Family Banker al 31 dicembre 2020 è pari a 5.417, in particolare grazie alla forte crescita in Spagna, mentre il totale dei clienti si attesta a 2.168.376, in aumento del 50% per il forte contributo della nuova iniziativa Flowe.

Ci aspettiamo un 2021 buono e puntiamo a migliorare la raccolta netta gestita. L’anno scorso è stata di 4 miliardi e cento, quest’anno puntiamo ai 5 miliardi“. Lo ha detto l’amministratore delegato di Banca Mediolanum, Massimo Doris, commentando con la stampa i risultati del 2020. “Per l’incidenza delle performance fees nel conto economico ci sono due considerazioni da fare – ha aggiunto -. Ci aspettiamo un’incidenza decisamente inferiore rispetto alla situazione precedente delle commissioni di performance nel conto economico ma questa incidenza inferiore verrà anche con una maggiore volatilità rispetto al passato. Il 2019 è stato un anno eccezionale, il 2020 è stato un anno molto buono, non pazzesco, ma ci può essere anche l’anno in cui si va vicino allo zero. Certo è che nel tempo ci aspettiamo un’incidenza delle commissioni non molto importante”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *