EN ATTENDANT ROUSSEAU

“Sei d’accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico: che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento, con le altre forze politiche indicate dal presidente incaricato Mario Draghi?”. Questo il quesito sottoposto agli iscritti M5S nella votazione di oggi.

E l’Italia con tutti i suoi problemi deve attendere le decisioni di una piattaforma di dubbia affidabilità e sulla quale c’è più di un sospetto, anzi, di assoluta inaffidabilità e manipolazione.

Sono i riti che impone il comico genovese nelle cui mani troppo italiani hanno messo i destini del nostro Paesa credendo di fare chissà cosa. Riti ai quali spiace si debba piegare anche il presidente incaricato Mario Draghi persona certo seria e autorevole. cui andava risparmiata l’ennesima buffonata pentastellata.

Ma tant’è. Se un popolo non è serio le conseguenze sono quelle che sono.

Dunque a partire dalle 10, e fino alle 18, si terranno le votazioni sulla piattaforma Rousseau per decidere se i Cinquestelle in Parlamento dovranno sostenere o meno l’esecutivo nascente dopo la crisi del governo Conte bis.

Secondo le cronache sembra che Draghi si sia anche piegato alla richiesta grillina di un non ben identificato ministero della Transizione ecologica che dovrebbe servire a placare i maluiori di molti pentastellati.

A corredo di questa concessione a Grillo anche l’incontro con il Wwf che ha apprezzato la svolta ecologista imposta dai cinquestelle. Una concessione di Draghi difficile da comprendere e che lasxia un po’ di amro in boxa.

Poi, nei fatti, nel concreto, questo Ministero della Transizione Ecologica altro non sarà che il vecchio ministero dell’Ambiente che cambia nome e ottiene qualche competenza in più. Un Ministero finora gestito senza lode e senza infamia da un ex forestale diventato carabiniere e indicato dal Movimento 5 Stelle.

Resta però la figiuaccia, la buffonata, la conferma che non siamo un Paese serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *