A REGGIO EMILIA NASCE OPEN ACCELERATOR PER NUOVE IMPRESE TECNOLOGICHE

Nasce a Reggio Emilia Open Accelerator, un acceleratore e incubatore di startup, vale a dire di nuove iniziative imprenditoriali caratterizzate dall’offerta di nuovi prodotti e servizi. L’acceleratore è caratterizzato dalla forte relazione con il sistema della ricerca industriale ed intende stimolare progetti di Open Innovation tra startup e imprese industriali locali per sostenere i processi di innovazione.

È promosso da Fondazione REI ed opera in partnership con Industrio Ventures di Rovereto (TN), investitore e acceleratore di startup per il settore della meccatronica. Unindustria Reggio Emilia assicura il coordinamento dell’iniziativa insieme al Gruppo Giovani Imprenditori con il progetto Upidea! Startup program, dedicato alla selezione di startup d’impresa. Collaborano inoltre Iren Smart Solutions e IN-ER, network regionale di incubatori.

Open Accelerator è collocato al Tecnopolo di Reggio Emilia, all’interno del Parco dell’Innovazione, ed usufruisce di laboratori e spazi di co-working in Via Sicilia 21, contigui allo Human & Technology Training Center, gestito da CIS, la scuola di formazione di Unindustria.

All’inaugurazione hanno preso parte il Presidente Unindustria Fabio Storchi, il sindaco di Reggio Emilia Luca VecchiIlenia Malavasi, Vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia delegata all’Istruzione e Stefano Landi, Commissario della Camera di Commercio di Reggio Emilia, insieme agli altri partner del progetto, che hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Oggi aggiungiamo un nuovo tassello nel disegno strategico del Distretto Digitale di Reggio Emilia. Nei mesi scorsi con l’inaugurazione di Robolab e dello Human and Technology Training Center abbiamo inteso potenziare la formazione di nuove competenze digitali e tecnologiche, ora con l’Open Accelerator intendiamo sostenere e valorizzare i risultati della ricerca industriale e favorire l’incontro tra le startup e le imprese del territorio per attivare processi di innovazione continua” – ha spiegato il Presidente di Unindustria Reggio Emilia Fabio Storchi “Anche questo progetto aggiungerà valore al nostro tessuto industriale, grazie al livello dei partner, tra i più qualificati operatori nazionali del settore”.

Marco RighiPresidente Giovani Imprenditori di Unindustria, ha aggiunto: “Come Gruppo Giovani da 5 anni abbiamo investito nel sostenere le startup innovative con il programma Upidea! Startup program, che ha consentito di conoscere e portare a Reggio Emilia oltre 70 startup in diversi settori. Oggi Upidea si evolve e punta a rafforzare il progetto di Open Accelerator che stiamo inaugurando, occupandosi in particolare di cercare e selezionare le idee di impresa e le startup da presentare alle imprese reggiane, per favorire la nascita di nuove collaborazioni”.

Andrea ParmeggianiDirettore Fondazione REI, ha illustrato di cosa si occuperà l’incubatore: “L’Open Accelerator è il luogo dove le startup si preparano per entrare in relazione con il mercato, le imprese consolidate ed i finanziatori. Assistiamo i nuovi imprenditori nella preparazione, supportando la definizione e la validazione dei processi commerciali e gestionali. Operiamo in un territorio a forte valenza manifatturiera e pertanto ci focalizziamo sulle startup “hardware”, che realizzano un prodotto fisico o una soluzione “phygital”, combinazione di prodotto fisico e servizio digitale. L’acceleratore sarà un punto di riferimento per chi desidera fare impresa tecnologica ed organizzerà eventi di networking e di sviluppo dell’ecosistema dell’innovazione.”

Gabriele PaglialongaDirettore Generale Industrio Ventures, ha detto: “Industrio Ventures è un investitore e acceleratore di startup hardware che ha fatto dell’open innovation e del dialogo tra mondo delle startup e mondo delle PMI manifatturiere un suo cavallo di battaglia. Industrio Ventures opera in tutta Italia, ma in alcuni degli ecosistemi dell’innovazione più dinamici, tra cui Reggio Emilia, implementa – in collaborazione con i partner del territorio – gli Industrio Point, per fare rete e massimizzare le opportunità di co-sviluppo, trasferimento tecnologico, investimento e open innovation”.

Donatella DavoliDirettore Generale di IREN Smart Solutions, ha commentato: “La creazione del Distretto Digitale rappresenta un’opportunità unica per guidare lo sviluppo della nostra città verso un modello strategicamente e umanamente sostenibile. Iren Smart Solutions è presente perché pone al centro delle proprie proposte l’innovazione nel settore energetico, oggi fortemente connotato dalle tecnologie digitali. Con l’Open Accelerator, inoltre, in coerenza con quella che è la missione del Gruppo Iren, si può concretizzare un nuovo ecosistema per favorire la contaminazione e la condivisione di idee incoraggiando la modernizzazione del sistema produttivo locale e lo sviluppo di una imprenditorialità ad alto valore aggiunto anche attraverso il ruolo di acceleratore per le startup innovative.”

Infine, Sara MonesiResponsabile Unità Startup di ART-ER e Membro del board della rete incubatori IN-ER, ha aggiunto: “La nascita di questo acceleratore a supporto di iniziative imprenditoriali che offrono prodotti fisici e che ben si integra con le specificità del territorio è estremamente importante per il tessuto regionale. La nostra Regione ha fatto investimenti consistenti per costruire un ecosistema favorevole alle startup. Open Accelerator introduce una nuova specializzazione, connetterà le competenze di gruppi di ricerca alle imprese esistenti e apporterà alla rete attuale di incubatori e acceleratori regionali IN-ER nuove relazioni che arricchiranno l’intero ecosistema”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *