STX: DALLA FRANCIA NUOVO SCHIAFFO A FINCANTIERI (E ALL’ITALIA)

“Il contesto economico non permette il conseguimento dell’intesa tra i Chantiers de l’Atlantique e Fincantieri”. Lo riporta un comunicato congiunto italiano e francese, al termine del colloquio tra i il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, il ministro francese dell’Econmia Bruno Le Maire, e la Commissaria europera alla concorrenza Margrethe Vestager.

Pertanto l’accordo di acquisto di azioni su Chantiers de l’Atlantique-STX, firmato dallo Stato francese, da Fincantieri e Naval Group il 2 febbraio 2018, si concluderà il 31 gennaio 2021, dopo 5 proroghe.

Lo Stato francese rimane così il principale azionista di Chantiers de l’Atlantique e supporta l’azienda attraverso questa crisi. In ogni caso “Francia e Italia restano pienamente impegnate ad approfondire la loro cooperazione nel campo navale e della cantieristica, in linea con le conclusioni del 34° vertice franco-italiano del 2017”. Più in generale, Italia e Francia continuano a sostenere la cooperazione economica e industriale tra le imprese dei due Paesi.

Resta il fatto che ancora una volta un’operazione che avrebbe visto un rande gruppo italiano acquisire una società francese viene impedita.Laddove per contro aziende, banche e asset italiani restano preda privilegiata dei Transalpini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *