IL COVID INGRASSA I COLOSSI DEL WEB

Non è tutta crisi la pandemia da Covid. Infatti se la stragrande maggioranza delle imprese soffre molto e rischia la bancarotta altre invece guadagnano come non mai.

E’ il caso dei grandi gruppi del web. Per esempio Apple ha pubblicato la prima trimestrale dell’esercizio fiscale registrando numeri da record, con ricavi pari a 111,4 miliardi di dollari. E’ la prima volta che Cupertino varca la soglia simbolica dei 100 miliardi di dollari in un singolo trimestre, con vendite aumentate del 21% rispetto all’anno precedente.

I risultati di Apple per il trimestre conclusosi a dicembre non sono stati guidati solo dalle vendite di iPhone 5G. Da quanto risulta in trimestrale, tutti i prodotti Apple hanno registrato crescite importanti, con incrementi percentuali a due cifre. Gli utili per azione e le vendite di Apple hanno ampiamente battuto le aspettative di Wall Street.

In particolare, le vendite dell’iPhone sono salite a 65,6 miliardi di dollari, rispetto ai 59,8 attesi, in crescita del 29%; i ricavi dai servizi sono aumentati a 15,76 miliardi, rispetto ai 14,8 attesi, in aumento del 24%; il fatturato dagli altri prodotti di casa Apple sono saliti a 12,97 miliardi rispetto ai 11,96 attesi, in crescita del 29%; i ricavi dalle vendite dei ma sono aumentati a 8,68 miliardi, in crescita del 21%.

Facebook ha chiuso il 2020, l’anno della pandemia, con un utile netto di 11 miliardi di dollari nel quarto trimestre, in crescita del 53% rispetto al precedente. Anche i ricavi sono risultati in forte crescita essendo aumentati nel IV trimestre del 33% sul trimestre precedente, a 28,1 miliardi di dollari. 

Ottimi affari anche per Amazon e per tutti gli operatori dell’e-commerce. Mentre anche nei settori tradizionali il Covid ha aumentato i ricavi di chi opera nell’agroalimentare se vende alla GDO o di chi opera nei settori igiene, disinfestazioni e simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *