PER IEG RICAVI A 68 MILIONI NEI PRIMI 9 MESI PENALIZZATI DAL COVID

Il Covid continua a penalizzare pesantemente l’attività di Fiere e Congressi, che è tra le più colpite dalle chiusure imposte dalla pandemia. Inevitabile che ne risentano le imprese del settore.

Non fa eccezione IEG – Italian Exhibition Group, uno dei maggiori player fieristici e congressuali italiani cui fanno capo soprattutto le Fiere di Rimini e Vicenza, il cui Cda ha oggi approvati la trimestrale al 31 settembre scorso. I ricavi totali dei primi 9 mesi del 2020 ammontano a 68,2 milioni di euro contro i 128,3 dei primi 9 mesi del 2019. L’EBITDA è ancora positivo per 9,1 milioni di euro grazie alle buone performances dei primi due mesi dell’anno, così come è in utile, di 6,1 milioni il risultato netto di pertinenza degli azionisti della capogruppo.

Per quanto riguarda il terzo trimestre, caratterizzato da una ridotta attività fieristica e congressuale tipica dei mesi estivi, i ricavi ammontano a 7,4 milioni con una riduzione del 77,4% rispetto al terzo trimestre dello scorso anno.

Sulla base dei risultati dei primi 9 mesi e di quelli successivi alla trimestrale che hanno consentito la realizzazione di 6 manifestazioni espositive e 8 congressi in presenza si stima che i ricavi complessivi del Gruppo IEHG per il 2020 dovrebbero attestarsi tra i 74 e i 78 milioni di euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *