BONOMI (CONFINDUSTRIA): PER IMPRESE RISCHIO RESTITUZIONE AIUTI COVID

Entro il 20 novembre rischio, per le imprese, di restituzione degli aiuti di Stato. A lanciare l’allarme è il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. 

“L’altro giorno – ha spiegato Bonomi – abbiamo visto una cosa che ci ha stupito veramente in maniera impressionante: tutti gli investimenti che sono stati messi in campo in questo momento sono all’interno del framework europeo degli aiuti di Stato. Noi avevamo chiesto al Governo di verificare in Europa come venivano intesi questi interventi”.

Bonomi ha poi aggiunto: “a giugno è stata fatta una circolare che non è stata pubblicata ed è stata pubblicata alla chetichella due giorni fa sul sito del ministero delle Politiche comunitarie. Che cosa dice questa circolare? Dice che tutto ciò che si sta mettendo in campo rientra nel framework degli aiuti di Stato. Quindi s’intende massimo 800mila euro per gruppo d’imprese, non per singola impresa. Quindi coloro che hanno aziende grandi, medio-grandi, o più partecipazioni vengono considerati come un’unica impresa. Quindi si dice, in quella circolare, che entro il 20 novembre coloro che hanno avuto ristori, contributi a fondo perduto, tutto ciò che rientra negli aiuti di Stato superiore agli 800mila euro lo dovranno restituire. Non è questo il metodo di lavoro, il comportamento che mi aspetto dal mio Governo e dal mio Stato”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *