AL GRUPPO SGR IL PREMIO IMPRESE D’ECCELLENZA DELOITTE

Anche il Gruppo SGR fra le 59 le “Deloitte Best Managed Companies” (BMC), ovvero le aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità, premiate nell’ambito dell’iniziativa Deloitte sostenuta da ALTIS Università Cattolica, da ELITE – il programma del London Stock Exchange Group che supporta lo sviluppo e la crescita delle imprese ad alto potenziale – e da Confindustria.

“Siamo orgogliosi per questo premio – il commento di Micaela Dionigi, Presidente del Gruppo SGR – perché siamo in compagnia di tante aziende di eccellenza del nostro Paese, alle quali viene riconosciuto un merito per le performance aziendali e l’attenzione ai clienti, ai dipendenti e agli stakeholder. Condivido il premio con tutti i nostri collaboratori e come sempre lo immaginiamo la tappa di un cammino di crescita che ci coinvolge tutti quotidianamente, anche in un momento complicato come questo”.

Le vincitrici sono state individuate, al termine di uno scrupoloso processo di valutazione, da una giuria indipendente costituita da esperti del mondo istituzionale, accademico e imprenditoriale italiano: il professor Lorenzo Ornaghi, Presidente onorario dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) e docente universitario, ex rettore dell’Università Cattolica ed ex Ministro della Repubblica Italiana, l’ing. Maurizio Costa, Consigliere di Amministrazione di importanti gruppi italiani con una consolidata esperienza manageriale e la dott.ssa Francesca Brunori, direttrice dell’Area Credito e Finanza di Confindustria.

“Congratulazioni al Gruppo SGR per questo importante riconoscimento – dichiarano Ernesto Lanzillo, Private Leader per l’Italia, Grecia e Malta, e Andrea Restelli, Partner Deloitte e responsabile BMC – per aver dimostrato non solo eccellenza, ma anche grande capacità e resilienza nell’affrontare la crisi determinata dalla pandemia da Covid-19 in atto. La valutazione delle candidate si è infatti protratta più a lungo del previsto proprio per permetterci di approfondire le modalità di gestione dell’emergenza da parte delle candidate. Le 59 Best Managed Companies di questa edizione sono quindi lo specchio di un’Italia fatta di eccellenze che, facendo leva sui propri punti di forza e attraverso una gestione oculata, sta superando con successo un periodo di incertezza senza precedenti”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *