RIMINI E LA ROMAGNA RIPROGETTANO LA VACANZA

Il Covid ha modificato anche la vacanza. È esperienza comune. Servono più sicurezza e nuovi servizi. Per questo Atlantide, cooperativa che si occupa di educazione e comunicazione ambientale, in questi mesi ha lavorato al fianco di realtà pubbliche e private per progettare nuovi spazi e servizi. Forte di una storia trentennale, Atlantide gestisce con successo molti siti ambientali e culturali, inseriti nel circuito AmaParco, come: Delizia Estense del Verginese, Casa Monti di Alfonsine, Rocca di Riolo Terme, Museo Multimediale Pascoli presso Villa Torlonia, la biblioteca Malatestiana di Cesena e presto acquisirà anche alcuni servizi di didattica e guida di importanti siti riminesi.  Il circuito AmaParco vede in rete anche altri parchi tematici, gestiti da Atlantide, tra cui Casa delle Farfalle, il Centro Visite Salina di Cervia, il Parco Naturale di Cervia, Idro Ecomuseo delle Acque di Ridracoli e il Museo NatuRa.

Ne abbiamo parlato con il suo presidente, Massimo Gottifredi: “Sicurezza, prossimità, mobilità, ricerca di luoghi e spazi aperti, sono diventati parti essenziali della domanda di tempo libero cambiando l’approccio dei visitatori. Questo è quanto ci hanno insegnato i mesi dell’emergenze e questo tempo nuovo. Per questo anche Rimini deve puntare sulla cultura con coraggio. Parte di questi cambiamenti resterà anche dopo la normalizzazione che speriamo avvenga presto. Sarà forse meno intensa la domanda di sicurezza ma possiamo stare sicuri che ci sarà nelle aspettative dell’ospite del 2021”. 

Come sarà il nuovo turismo? 

Gottifredi, manager del settore, già Presidente di Apt Servizi e oggi Presidente di Atlantide non ha dubbi: “Resterà anche la ricerca di prossimità, come valore e ricerca delle identità e delle culture locali, e di spazi aperti percepiti come sicuri e in controtendenza rispetto al fenomeno dell’over Tourism che solo fino alla stagione scorsa era uno dei maggiori problemi di alcune destinazioni che catalizzano una grande quantità di presenze turistiche non rispettando la capacità di carico dei territori e la sostenibilità nel tempo del turismo. I fattori Cultura e Ambiente diventano importanti e, forse, decisivi, nella competizione tra destinazioni. Poter inserire nella propria offerta la rete di Parchi, Riserve naturali, Cammini, Borghi, Castelli e patrimonio culturale valorizza la destinazione stessa e Rimini ha intorno a sé un ricco repertorio di eccellenze che possono essere integrate in una visione unica che completa il prodotto turistico. Non più e non solo accessori di un prodotto principale, il balneare – che resta fondamentale, ma protagonisti di un riposizionamento che qualifica l’offerta e la modernizza rispettando le tendenze in atto”.

 Ma per avere cambiamenti occorre programmarli e guidarli, come aggiunge Gottifredi:

“La storia dello sviluppo turistico nelle nostre terre ci insegna che i cambiamenti non avvengono di per se stessi e che al contrario occorre guidarli e programmare lo sviluppo con linee di politica industriale del settore, coinvolgendo gli operatori turistici che hanno esperienza e gestiscono quei luoghi della Cultura e dell’Ambiente che oggi sono diventati fattori importanti per la competitività del sistema. Intorno a Rimini c’è molto di molto bello e io immagino che tutto questo possa essere patrimonio organizzato e offerto ai turisti che stanno dimostrando un interesse sempre maggiore. Si sono fatte cose in passato ma sappiamo tutti che non si è fatto abbastanza. Fino a ieri, forse, non era così necessario. Domani sarà determinante”. 

Atlantide Soc. Coop. Sociale p.a. è una società cooperativa nata a Cervia (RA) nel 1990 e composta da professionisti di diversa formazione, che si occupa di servizi nei settori dell’Ambiente, dell’Educazione, della Cultura e del Turismo. La cooperativa agisce nell’intera filiera, dalla progettazione alla gestione delle varie attività, per soddisfare al meglio la domanda di servizi di elevata qualità, coniugando professionalità ed efficienza.

Oggi il suo lavoro è organizzato in due grandi aree di business: nell’area “Parchi musei territorio” e in quella “Comunicazione ambiente sostenibilità”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *