BLOCCATA LA CESSIONE DELLE TERME CHIANCIANO AI RUSSI

La cessione può attendere. Il passaggio delle Terme di Chianciano ai russi è stato al momento congelato e rinviato a data da destinarsi. 

Del resto proprio l’emergenza Covid-19 ha pesantemente colpito il settore termale e soprattutto è andata a influire sul periodo di alta stagione, visto che i mesi tra aprile e giugno sono quelli più redditizi. 

Quindi Monte dei Paschi di Siena ha deciso di sospendere la vendita del credito di 4 milioni di euro sulle Terme di Chianciano, nel Senese, che realizzano un fatturato annuo di circa 6 milioni, alla cordata di imprenditori russi che ha accettato di accollarsi l’azienda termale che non naviga certo in buone acque. 

Sui crediti problematici del gruppo termale si è svolto nei mesi scorsi un «beauty contest» al quale hanno partecipato molti fondi specializzati (come Fortress e York) ma dove alla fine hanno prevalso aa sorpresa degli investitori privati russi, già noti per possedere nella zona una tenuta nella quale producono vino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *